Vai menu di sezione

Il sentiero dell'imperatore

Villa Bortolazzi è il punto di partenza del sentiero dell'Imperatore. Partendo dalla casa colonica antistante Vila Bortolazzi, in località Acquaviva (190 m), si prende a salire il conoide coltivato a vite fino alla sommità, dove si incontra il segnale SAT che dirige a destra in una pineta. Il sentiero si spinge in direzione sud transitando sotto le severe pareti calcaree dei Maccapani. Dopo il tratto iniziale ondulato, comincia a salire gradualmente aumentando di pendenza. Costante, per tutta la parte iniziale del sentiero, è la veduta di Aldeno sul lato opposto della valle. Nella parte centrale la salita impenna e dopo alcune erte zeta raggiunge una specie di zona ad anfiteatro, dominata da rocce di colorazione rossastra. Con un veloce spostamento di versante si va presto a toccare la radura di bosco raccolta ai piedi del Dosso dei Vignai. Entrati nel comune di Besenello, si va quindi a raggiungere il terrazzamento di Scanuppia: si rasenta dapprima una vasca idrica, si incontrano i primi casolari ed infine si tocca la via cementata che sale da Besenello. Percorse poche centinaia di metri si giunge alla meta di questo itinerario, la chiesetta di santa Trinità (840m) dalle cui praterie si può dominare la piana di Besenello e Calliano. Spettacolare, sul fianco sinistro della chiesa, la voragine che incombe su rio Secco.

Il rientro si effettua ripercorrendo all'inverso l'intero tragitto. Una variante di discesa potrebbe essere la veloce Val dei Vignai, che va a calare sulla Statale del Brennero presso lo stabilimento Cemea (Posta vecchia).
Questa variante, per quanto sbrigativa ed interessante, comporta però il recupero dell'auto parcheggiata all'Acquaviva.

Pagina pubblicata Sabato, 18 Luglio 2015 - Ultima modifica: Martedì, 09 Febbraio 2016

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto